INWIT opera come azienda socialmente responsabile, considerando la sostenibilità come creazione di valore condiviso.
 
INWIT è impegnata nella definizione di una nuova strategia aziendale basata sulla creazione di valore economico e sociale, portando la Corporate Social Responsibility verso il concetto di Corporate Shared Value (CSV – valore condiviso d’impresa), con l’obiettivo di collegare i risultati economico-finanziari con il progresso sociale creato attraverso la risposta ai bisogni espressi dalle realtà in cui opera.
 
Tale modello intende interpretare il ruolo dell’impresa all’interno della società partendo dalla consapevolezza che non può esistere uno sviluppo economico di lungo periodo che non garantisca al contempo l’aumento del benessere sociale e la tutela delle risorse naturali. 
 
Le aziende con un approccio “più evoluto” intendono infatti la sostenibilità non più come un “nice to have” (legata ad una logica filantropica, di immagine e disorganica), o come un “must do” (ossia con un approccio reattivo  e più collegato alla compliance e all’efficienza), ma piuttosto identificano la sostenibilità come una leva per la creazione di valore (nuove opportunità / innovazione) e pertanto come un elemento integrato all’interno della strategia di business dell’azienda. È a questo approccio che INWIT tende e sul quale sta lavorando.
 
L’obiettivo che la società si pone è quello di raggiungere l'equilibrio tra le tre seguenti dimensioni:
 
  • sostenibilità ambientale: mantenere la funzionalità dei sistemi ecologici, garantendo l'equilibrio tra l'utilizzo di risorse naturali e i nostri processi
  • sostenibilità sociale: promuovere il principio di equità sia fra generazioni diverse, sia all’interno della stessa generazione
  • sostenibilità economica: mantenere il capitale e incrementarlo.
Tale equilibrio è raggiungibile prendendo in considerazione le aspettative di tutte le persone e i soggetti coinvolti nelle nostre attività, i cd. stakeholder (clienti, fornitori, concorrenti, istituzioni, ambiente, comunità, risorse umane e azionisti) e cercando di conciliarne le esigenze.
 

Share this page